Submit

L’unione fa la forza

23/09/2020

23/09/2020

 

Un sistema ibrido è composto da due generatori di calore alimentati da diverse fonti di energia, che lavorano in maniera sinergica per ridurre costi ed emissioni nocive. Un impianto ibrido ha, quindi, a disposizione due fonti che si alternano in totale autonomia, in base alla temperatura esterna e al fabbisogno energetico.

 

Oggi sempre più famiglie scelgono sistemi ibridi pompa di calore/caldaia a condensazione: le pompe di calore consentono di ridurre le emissioni, mentre le caldaie a condensazione garantiscono bassi costi di gestione. Unendo i vantaggi dei due sistemi si ottengono efficienza e risparmio.

 

Per rispondere alle richieste di impianti moderni e attenti al risparmio energetico Ferroli ha realizzato OMNIA HYBRID, una famiglia di pompe di calore ibride aria/acqua reversibili ad inverter “splittate” che raggruppa, in un unico prodotto compatto, la tecnologia della pompa di calore e della caldaia a condensazione.

 

La tecnologia “split” è costituita da una unità esterna motocondensante, da una unità interna con gruppo idronico di scambio col circuito frigorifero e una caldaia a condensazione. Il sistema elimina i problemi di congelamento e risulta particolarmente indicato anche per le aree più fredde, fino a -20°C.

L’installazione è semplice: tra la motocondensante esterna (UE) e l’unità interna (UI) occorre eseguire solamente i collegamenti frigoriferi ed elettrici, senza l’utilizzo di liquidi additivi antigelo.

Le dimensioni compatte dell’unità interna, simili a quelle di una caldaia murale, non rubano spazio alla casa e non richiedono pesanti interventi di ristrutturazione.

L’impianto, tramite controllo elettronico, decide di volta in volta quale dispositivo far funzionare per ottenere il massimo del risparmio: se le temperature sono particolarmente rigide attiverà la caldaia, altrimenti sarà sufficiente la pompa di calore.

 

Chi installa Omnia Hybrid può usufruire dei finanziamenti per l’incremento dell’efficienza energetica del Conto Termico 2.0 e dell’ecobonus 65%, se il sistema ibrido sostituisce impianti di riscaldamento tradizionali.

 

In più, se con l’installazione si incrementa di due classi la categoria energetica, è possibile finanziare l’installazione con il superbonus 110%, anche tramite sconto in fattura o cessione del credito.

 

Per ulteriori dettagli scarica il dépliant o chiedi informazioni nelle nostre filiali.

Condividi